Home Page  
           
  Mail Youtube Facebook

News

Con IDC Spoleto la Carmen ad Ostia Antica col 20% di sconto.

L'International Dance Competition di Spoleto e la Daniele Cipriani entertainment hanno raggiunto un accordo di collaborazione promozionale che dà diritto al 20% di sconto sul biglietto d'ingresso in occasione del balletto "Carmen", con Eleonora Abbagnato, che si terrà sabato 22 luglio 2017 al Teatro Romano di Ostia Antica.

Biglietto unico intero € 38
Ridotto per I.D.C. Spoleto € 31,40

Per usufruire della convenzione basterà scaricare e stampare l'apposito ticket con l'intestazione del concorso e presentarsi al botteghino dell'Auditorium della Conciliazione (Via Conciliazione, 4) aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 10 alle ore 17. 
scarica il ticket sconto (.jpg)

Dopo il grande successo ottenuto nei maggiori festival e teatri Italiani, il 22 Luglio nella suggestiva cornice del Teatro Romano di Ostia Antica, torna in scena la bella e ammaliante sigaraia di Merimée con la stella della danza internazionale, étoile dell’Opéra di Parigi, ELEONORA ABBAGNATO nel balletto in due atti di Amedeo Amodio "CARMEN". Un condensato di intrecci d’amore tra Carmen, Don José, Micaela ed Escamillo sviluppato con l’espediente scenico del ‘teatro nel teatro’ sulle celeberrime note dell’opera di Bizet. Eleonora Abbagnato è Carmen, poesia, incantesimo, “formula magica”, nella versione coreografica di Amedeo Amodio con le scene e i costumi di Luisa Spinatelli. Un ruolo, quello della sigaraia gitana, congeniale alla biondissima palermitana che proprio interpretando Carmen all’Opéra de Paris nell’omonimo balletto di Roland Petit raggiunse il rango più alto e ambito della gerarchia di una ballerina: quello di étoile.

Scarica qui il documento con i dettagli dell'evento (.docx)

 

 
Tutti i numeri dell'edizione 2017

Bilancio decisamente positivo per la XXVI edizione della Settimana Internazionale della Danza che ormai da molti anni sceglie Spoleto come palcoscenico del suo blasonato concorso, unico in Italia a far parte della prestigiosa International Federation of  Ballet Competition.  Numeri da capogiro che il Direttore Generale Paolo Boncompagni rende pubblici a circa due settimane dalla serata conclusiva di Gala che ha assegnato a Gabriele Rolle il Gran Prix 2017.

14 i paesi rappresentati quest’anno. Oltre agli italiani, hanno calcato il palcoscenico del Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti anche danzatori provenienti da Francia, Svizzera, Germania, Giappone, Lituania, Russia, Ucraina, Bielorussia, Argentina, Stati Uniti d’America, Panama, Canada, Serbia.
Internazionale anche la giuria composta da etoile, direttori di compagnia, coreografi e critici di danza che hanno trascorso una intera settimana a Spoleto apprezzandone le bellezze architettoniche ma anche quelle enogastronomiche.

414 i partecipanti a testimonianza che questa è stata davvero un'edizione da record. Suddivisi tra sezione Classica, Pax de deux, Moderna, Composizione coreografica e Urban, si sono sfidati nelle fasi eliminatorie, semifinali e finali fino ad ottenere il diritto di danzare al Gala conclusivo di sabato 8 Aprile quando, di fronte al gremito teatro, intitolato al Maestro Menotti, e agli occhi attenti del Presidente Onorario, nonché fondatore della manifestazione, Alberto Testa, hanno ricevuto riconoscimenti, premi e borse di studio internazionali direttamente dalle mani del Direttore Artistico Irina Kashkova.

562 le presenze sul territorio e dunque non solo danzatori ma anche accompagnatori, insegnanti, genitori  e ovviamente componenti dello staff organizzativo che hanno vissuto la città alloggiando in strutture ricettive, degustando piatti tipici, acquistando souvenir. Per qualcuno è stato un po’ come tornare a casa e ritrovare volti amici e negozi di fiducia, per altri è stata la scoperta di una città che piace sempre tanto.

200.000 mila euro la ricaduta economica su Spoleto basti pensare ai 3.372 pernottamenti in 5 giorni che hanno comportato un'entrata di circa 10.000,00 euro di tassa di soggiorno. A tutto questo vanno poi  aggiunte le spese sostenute dall'organizzazione che ha investito esclusivamente in aziende locali per servizi come quello di tipografia, transfers, Vigili del Fuoco, audio e luci, macchinisti e altro ancora.

115.674 i contatti sul sito ufficiale www.idcspoleto.com, 64.847 provenienti dall'Italia ma anche 28.788 in lingua inglese e 820 in lingua russa con una media giornaliera di 1.230 visite durante la settimana del concorso. Visibilità accresciuta dalla pagina Facebook del Concorso che ha registrato 3.000 visualizzazioni in una settimana e, nello stesso periodo, oltre 32.000 interazioni con i post e dalla stampa che, tra online, cartacea e multimediale, ha contato oltre 100 pezzi pubblicati.

Ora si guarda avanti e la macchina organizzativa si è già mossa verso il 2018 quando la Settimana Internazionale di Danza e il suo Concorso Città di Spoleto torneranno in città dal 18 al 24 Marzo.

 
Incursioni urbane durante la Settimana della Danza di Spoleto

Off the Box è uno degli eventi che la Settimana Internazionale della Danza offre alla città di Spoleto. Sabato 8 Aprile, in collaborazione con le associazioni ORE D’ARIA e Modenadanza, si terrà, a partire dalle ore 16, un vero e proprio spettacolo di Urban Dance diretto da Marisa Ragazzo. Piazza Pianciani e Largo Cecili le location  prescelte per “The cage”,  interpreti i ballerini della compagnia BlakSoulz Simone Accietto e Ciro Sackie sulle note di Nosaj Thing e Renè Aubry, e “The right place” con i danzatori BlakSoulz Simone Accietto, Francesca Galli e Francesco Misceo che balleranno sulla musica live di Enrico Pasini. Tutte le coreografie sono di Elisa Balugani.  Per maggiori informazioni


https://www.facebook.com/NOHA-HipHop-School-e-Nuovi-Linguaggi-Metropolitani-498657103642685
https://www.facebook.com/oredariassociazioneculturale
www.blaksoulz.com

www.modenadanza.it

 
Il Liceo Artistico e Coreutico Nicola da Guardiagrele di Chieti a Spoleto per il Concorso Internazionale di Danza

Un’esperienza formativa, personalizzata, coerente con il percorso educativo, culturale e professionale del proprio indirizzo di studi. È quanto pensato, per i suoi ragazzi, dalla Dott.ssa Paola Di Renzo, Rettore e Dirigente Scolastico del Convitto Nazionale "G. B. Vico" e delle scuole annesse tra cui il Liceo Artistico e Coreutico "Nicola da Guardiagrele".
Massima disponibilità ad aderire al progetto è stata data dal Direttore Generale  dell’International Dance Competition di Spoleto, Paolo Boncompagni,  ed è proprio grazie a questo gemellaggio che un gruppo di 7 giovanissimi studenti abruzzesi soggiornerà a Spoleto in occasione della 26esima Settimana Internazionale della Danza  per un vero e proprio stage che consentirà loro di scoprire tutti i segreti dell’organizzazione di un evento internazionale quale quello che da anni rende protagonista la città umbra nel mondo della danza.
Lo stage si dividerà in vari momenti teorico pratici e i ragazzi della 4C, che approfondiscono nel loro percorso di studi materie quali la storia della danza e della musica, avranno l’opportunità di confrontarsi con le figure che da anni sono il pilastro dell’organizzazione di questa manifestazione: Irina Kashkova Direttore Artistico, Piero Martelletta Direttore di Palcoscenico, Federica Boncompagni operatrice fotografica, senza tralasciare gli insegnanti di classica e moderna che si alterneranno sul palco del Teatro Nuovo Giancarlo Menotti.
A supervisionare il percorso dei ragazzi, dal 2 all’8 Aprile, ci saranno il loro docente Manuele Giovanelli e Nicoletta Balduzzi, responsabile della segreteria dell’International Dance Competition.

 
Spoleto,  31 Marzo 2017

Al via la 26esima Settimana Internazionale della Danza a Spoleto
Dal 2 all’8 Aprile sul palco del Teatro Nuovo danzatori da 15 nazioni

“Spoleto, noi ci siamo… E vogliamo rimanere qui!” E’ una vera e propria dichiarazione d’amore quella pronunciata da Paolo Boncompagni, Direttore Generale della Settimana Internazionale della Danza, nei confronti della città che da 15 anni ospita l’evento.

I giovani talenti della danza mondiale torneranno a Spoleto, dal 2 all’8 Aprile, per confrontarsi sul palcoscenico del Teatro Nuovo Giancarlo Menotti ed esibirsi di fronte a una giuria internazionale fino al tanto atteso Gala di Danza che chiuderà l’edizione 2017 di una delle manifestazioni che da tempo è inserita nel calendario dei grandi eventi del Comune. Ed è proprio in Comune, presso la Sala dello Spagna, che giovedi 30 Marzo si è tenuta la conferenza stampa di presentazione della Settimana Internazionale della Danza, durante la quale il Sindaco Cardarelli ha ringraziato Patron Boncompagni perché “sarebbe stato molto più semplice scegliere altri lidi, magari meno prestigiosi ma, di certo meno problematici” in un momento storico in cui dopo aver registrato +20% di incoming turistico in 1 anno, Spoleto è calata a picco con -40% nel giro di tre mesi. Plauso quindi a chi crede nella città e nei suoi spazi, tutti agibili eccezion fatta per il Complesso di San Nicolò che quindi non sarà teatro della Concorso di danza. “I successi sono sempre legati alle capacità – continua il primo cittadino – tante manifestazioni iniziano e durano un solo anno”. Non è il caso della Settimana Internazionale della Danza i cui numeri ne decretano, edizione dopo edizione, un successo sempre maggiore.

 

I numeri
La 26esima edizione della Settimana Internazionale della Danza vedrà la partecipazione di 15 nazioni, oltre 100 i ballerini solisti e di composizione coreografica e 100 i partecipanti alla sezione Urban Dance che quest’anno, per la prima volta, avrà una fase concorsuale a sé stante con una giuria tecnica dedicata composta dai Omid Ighani, Ilenia Rossi e Fritz Zami.
Montepremi di € 30.000 per i  nuovi talenti e borse di studio per la loro formazione in collaborazione con le migliori scuole di danza del mondo.
Svariate le location che ospiteranno gli eventi, primo fra tutti il Teatro Nuovo Giancarlo Menotti che sarà il cuore pulsante della competizione e palcoscenico del Gala di chiusura di sabato 8 Aprile a partire dalle 20:30. Ma anche alcuni spazi aperti della città, come Piazza Pianciani e Largo Cecili, ospiteranno spettacoli di Urban Dance e il nuovo punto vendita Acqua Spoleto, in Corso Mazzini, diverrà il salotto in cui attendere il verdetto della Giuria Venerdi sera durante la Friday Dance Night.

 

La giuria
A presiedere la giuria, il Direttore Artistico Irina Kashkova ha nuovamente voluto un italiano. Così, anche quest’anno, a rappresentare la coreutica del Bel Paese sarà il Direttore di Compagnia, già étoile, Roberto Fascilla.
In Giuria, ancora una volta, nomi importanti del mondo della danza internazionale, accanto a Fascilla infatti siederanno Oleksi Bessmertni, Direttore Artistico Tanzolymp Berlino, Sergey Bobrov, Direttore Artistico Corpo di Ballo del Teatro dell’Opera di Krasnoyarsk Siberia e Sanja Maier Hasagic, Coordinatrice Dance Program al Codarts di Rotterdam. Torneranno a Spoleto Valentina Koslova, fondatrice del Valentina Kozlova International Ballet Competition di New York e  Steffi Scherzer, Direttore Artistico Zurigo Dance Academy. A completare la giuria Pompea Santoro, Direttore Artistico Eko Dance International Project, mentre il Presidente Onorario, il Maestro Alberto Testa, danzatore, coreografo, critico di danza e insegnante che tanto ha dato alla città di Spoleto nel corso della sua vita arriverà in città in occasione del Galà per portare il suo affettuoso saluto alla città e ai ragazzi.
Il Premio della Critica,  sarà come di consueto assegnato dal critico di danza Sara Zuccari  affiancato quest’anno dal direttore di Ballet2000 Alfio Agostini e dal Direttore del Magazine “DanzaSi” Luana Luciani.

I supporter
L’evento è patrocinato dal MIUR, dal Comune di Spoleto, dall’International Federation of Ballet Competition e dalla Fondazione Antonini. Sempre presente la Fondazione Cassa di Risparmio di Spoleto affiancata da Banca Popolare di Spoleto, Monini, Castello delle Regine, Badiali Cashemere, Acqua Spoleto, Siberian Swan, Rotary Spoleto.

Tra i Media partner Rai, Giornale della Danza e Rai Teche grazie alla cui collaborazione è stata allestita una video mostra presso il Teatro Nuovo e all’interno del circuito della Mobiità Alterntiva con proiezioni di filmati dedicati alla storia della danza a Spoleto che vede stelle del calibro di Rudolf Nureyev, Carla Fracci, Michail Baryšnikov ballare per il Festival dei Due Mondi.

Spoleto,  22 Marzo 2017

International Dance Competition, i talenti della danza arrivano a Spoleto
Dal 2 Aprile al Teatro Nuovo, sabato 8 il Galà dei vincitori

Raggiunge quota 26 edizioni la manifestazione dedicata ai giovani talenti della danza provenienti da tutto il Mondo e si terrà a Spoleto dal 2 all’8 Aprile. Da ben 15 anni teatro di quello che oggi è l’unico evento italiano a far parte dell’International Federation Ballet Competition con un totale di 7mila giovani è la città dei Due Mondi. D’altronde, tra Spoleto e l’International Dance Competition è stato subito amore a prima vista  tanto che Patron Paolo Boncompagni nel 2003 decise di portare la manifestazione a Spoleto e da allora vi è rimasta stabilmente continuando, di primavera in primavera, a popolare palcoscenici e vie della città di giovani danzatori, aspiranti etoile, insegnanti, ospiti e giurati internazionali.

Spoleto, noi ci siamo!
“Oggi l’International Dance Competition è inserito nel calendario dei Grandi Eventi di Spoleto – spiega Boncompagni – è ormai un appuntamento fisso e vogliamo che continui ad esserlo. Noi ci siamo! – continua il Direttore Generale – nonostante le problematicità organizzative tipiche della gestione di un evento internazionale e le difficoltà logistiche incontrate quest’anno a causa del terremoto, la manifestazione crede nella Città di Spoleto e non la abbandona. Ed è a Spoleto che abbiamo deciso di organizzare anche altri importanti eventi legati al mondo della danza, come lo stage di tre giorni con docenti professionisti e studenti provenienti da ogni parte d’Europa che si tiene da diversi anni o lo spettacolo Omaggio a Spoleto fortemente voluto per dare un segnale di speranza in un momento drammatico per l’intera Regione Umbria e non solo.


Fondamentale il supporto della Fondazione Cassa di Risparmio di Spoleto, oltre a quello del Comune e di alcune Associazioni e privati del territorio ma di certo la media partnership con Rai, Radiotelevisione Italiana, in collaborazione con Rai Teche, per accrescere ancora di più il prestigio della competizione e il taglio internazionale della manifestazione comportano un grande impegno economico. Il nostro impegno è totale, ben vengano collaborazioni e aiuti ulteriori da parte di chi crede nei giovani e nella valorizzazione del loro talento.”

Il Concorso
La competizione è aperta sia a giovani che studiano in scuole a fine non professionistico che a studenti di Accademie, Enti Lirici e Scuole Professionali. Le sezioni sono: Solisti Classica, Solisti Moderna-Contemporanea, Pas de Deux, e Composizione coreografica. Tra le conferme della Direzione Artistica di Irina Kashkova,  ci sono le borse di studio per le più prestigiose accademie europee e un montepremi di 30.000 € per i  nuovi talenti che sempre più spesso ottengono ruoli di prestigio nei corpi di ballo più importanti.
Quest’anno, a presiedere la Giuria ritroveremo Roberto Fascilla con, al suo fianco, Valentina Koslova (Fondatrice IBCVK), Oleksei Bessmertny (Direttore Tanz Olimp Berlino), Sonya Meyer (Coordinatrice Dance Program al Codarts di Rotterdam) Steffi Scherzer (Direttore Artistico Zurigo Dance Academy) e Pompea Santoro (Direttore Artistico Eko Dance International Project e per 25 anni interprete principale di tutte le coreografie di Mats Ek). Presidente onorario il Professor Alberto Testa, da sempre anima dell’evento.
Altra conferma è il Premio della Critica, ideato nel 2011 dal critico di danza Sara Zuccari  appositamente per il concorso di Spoleto. Quest’anno ad affiancarla ci saranno Alfio Agostini (critico di danza e direttore di Ballet2000) e Luana Luciani (Direttore del Magazine “DanzaSi”)

La presentazione
La Conferenza Stampa di questa edizione avverrà in Comune giovedi 30 Marzo alle ore 12 presso la Sala dello Spagna ma per chi volesse partecipare come danzatore le iscrizioni sono ancora aperte e il termine ultimo è fissato per il 28 marzo 2017.

Torna su